Cerca: Atti FORUM PA 2007, SUAP - Sportello Unico per le Attività Produttive

10 risultati

Risultati

Sistema murgiano e certificazione di qualità del SUAP

La nostra esperienza, afferma Remo Barbi, nasce attraverso Murgia Sviluppo, una SPA costituitasi per la gestione del patto territoriale, in un’area che copre parte della provincia di Bari, quasi al confine con la Basilicata e che, fino alla fine degli anni ’90, ha avuto un tasso di crescita notevole. Con l’istituzione di questa governance del patto, che ha riunito imprenditori, organizzazioni sindacali e comuni, è emersa l’esigenza di un rapporto con la Pubblica Amministrazione, per avere certezza dei tempi in una fase di crescita, ampliamenti e insediamenti produttivi.Leggi tutto

SAPIT: Servizio Associato per la Promozione Integrata del Territorio

L’Unione dei Comuni della Valle degli Iblei presenta il SAPIT, Servizio Associato per la Promozione Integrata del Territorio. Dopo aver definito il Tavolo di Concertazione Permanente, organo di indirizzo e controllo delle attività del SAPIT, illustra l’organigramma ed il rapporto delle relazioni, interne ed esterne, del servizio.Leggi tutto

Dallo Sportello Unico per le Attività Produttive allo Sportello per la Montagna

Apponi illustra la nuova normativa messa in piedi presso Il Ministero dello Sviluppo Economico sullo sportello unico per le attività produttive. Dalle difficoltà emerse nell’istituzione, facoltativa o meno, dello Sportello Unico, infatti, si è sentita, l’esigenza di rivedere la norma vigente. Le modifiche previste nella nuova normativa, in particolare, prevedono l’obbligatorietà dello Sportello Unico, l’obbligatorietà dell’autocertificazione e l’utilizzo della telematica per il procedimento.Leggi tutto

Sportello per la Montagna: modelli a tendere

Dalla sintesi dei risultati e delle attività realizzate da UNCEM, Formautonomie e Consorzio Progetto Lazio ’92, il “Manuale dei modelli a tendere” illustra gli step che hanno portato alla creazione del modello “tipo” dello Sportello per la Montagna e dello Sportello per il Cittadino in area montana, nonché gli strumenti di accompagnamento e complementari alla realizzazione degli “Sportelli”, secondo una logica ad impatto pragmatico di semplificazione amministrativa e con un’attesa di risultanze sia efficaci che efficienti.

Esempio di buone pratiche per l'erogazione di servizi in area montana

Le comunità montane della Regione Toscana, sulla partita della società dell’informazione, da diversi anni sono i veri attori dello sviluppo dell’e-gov delle zone montane. Tutti i comuni, infatti, sono stati informatizzati e collegati con la rete telematica regionale ed hanno, inoltre, la possibilità di far parte del Comitato Strategico Regionale per definire le strategie di sviluppo annuali.Leggi tutto

La semplificazione come strumento di riduzione dei costi per le imprese artigiane

Francesco Sgherza riporta alcuni dati secondo i quali in Italia il costo della burocrazia per le imprese artigiane è di 11 miliardi di euro, nel resto della Comunità Europea questi costi si riducono al cinquanta per cento. La Confartigianato partecipa attivamente al Tavolo permanente per la semplificazione e ritiene utile che questo strumento continui anche nel futuro e con esso la sinergia tra Stato, Regioni, Comuni e Province.Leggi tutto

Lo Sportello Unico del Comune di Napoli

Il Comune di Napoli ha deciso di intraprendere un processo di riorganizzazione che fa della innovazione legata alla diffusione di sistemi ICT nella gestione del flusso documentale, un paradigma progettuale piuttosto che un effetto del cambiamento. Presupposto del progetto è l’attivazione, presso le nuove realtà municipali, di uno sportello unico che permetta a cittadini, imprese e amministrazioni locali di interfacciarsi mediante uno strumento che abbia caratteristiche di non fisicità e di delocalizzazione.

La semplificazione verso le imprese: dall’autorizzazione al controllo

Pier Francesco Milana parla della semplificazione verso le imprese e dei servizi che il Formez può offrire in questo processo. Lo Sportello Unico per le Attività Produttive è, senza dubbio l’esperienza più antica in cui l’obbligo di entrare in rete ed utilizzare strumenti informatici entra nella legislazione italiana. La legislazione che a breve entrerà in vigore rappresenta l’applicazione reale del principio di sussidiarietà.Leggi tutto

L’e-government in Italia

Osnaghi ripercorre il sentiero dell’e-government italiano, a partire dalle leggi Bassanini degli anni ’90 e dal Piano di e-government avviato nel 2000 dal governo Amato.Leggi tutto

Il SUAP e l’esperienza dell’Associazione dei Comuni Area Sistema Casarano

Giuseppe Petruzzi porta l’esperienza del settore SUAP dell’Associazione dei Comuni Area Sistema Casarano. Il contesto territoriale, il sud della penisola salentina, ha dei punti di forza ma anche elementi critici quali la disoccupazione al quindici per cento ed il PIL che dal 2003 al 2005 ha continuato a scendere.Leggi tutto