Cerca: Atti FORUM PA 2007, politiche socio-sanitarie

Risultati 11 - 20 di 26

Risultati

La qualità dell’informazione sul tema dell’immigrazione

Per Corrado Giustiniani, esiste un problema di qualità dell’informazione sul tema dell’immigrazione, e questo si lega alla difficoltà di parlare di cittadinanza degli immigrati a causa dei toni esasperati del mondo politico. Le contraddizioni riguardano, ad esempio, la legge Bossi-Fini che appare come legge securitaria ma non lo è affatto, come dimostra l’inapplicabilità delle modalità di espulsione.Leggi tutto

Lo scenario delle politiche di inclusione sociale

Gennaro Schettino, introducendo il convegno “Nuovi cittadini, nuovi diritti: strategie per l’Inclusione sociale a livello nazionale e locale”, ribadisce l’importanza dell’incontro, soprattutto per la presenza del Ministro Paolo Ferrero il cui Dicastero ha condotto in questi mesi importanti battaglie sull’inclusione sociale, in un contesto in cui le azioni e gli indirizzi di politica economica del Governo sono spesso andate in direzione contraria.

Le linee di intervento del Ministero della Solidarietà Sociale in materia di CSR

L’8 Maggio scorso si è tenuto a Dresda, in Germania, il G8 dei Ministri del Lavoro, afferma Raffaele Tangorra. Un posto di rilievo, nelle conclusioni dell’incontro, è stato assegnato proprio alla CSR, in particolare rispetto alla necessità di rendere la globalizzazione un fenomeno socialmente sostenibile.Leggi tutto

Produrre salute: il ruolo delle vaccinazioni

Secondo Emilio Mortilla produrre salute significa affrontare un cambiamento di paradigma e passare dalla cultura dell’emergenza alla cultura della prevenzione nella quale i vaccini ricoprono un ruolo fondamentale per assicurare un benessere fisico della popolazione tenendo tuttavia sotto stretto controllo i costi. Mortilla presenta gli obiettivi che Ageing Society vuole raggiungere e le attività future che vuole intraprendere per sostenere politiche vaccinali corrette.Leggi tutto

Le politiche familiari nella Regione Sicilia

Paolo Colianni racconta come la Regione Sicilia, già nel 2003 con la legge 10 sulla famiglia, abbia iniziato ad operare in questo ambito e abbia istituito un Assessorato alla Famiglia ed alle Politiche Sociali, intuendo che tale percorso non può non vedere gli Enti Locali come protagonisti. In quest’ottica il compito dello Stato deve essere quello di trasferire le risorse ai territori e disegnare una cornice complessiva omogenea all’interno della quale gli Enti Locali possono operare in base alle loro specificità.

Il passaggio da una politica di assistenza ad una politica di promozione della famiglia

Graziano Del Rio considera il dibattito sull’articolazione territoriale delle politiche per la famiglia, estremamente importante perché rappresenta un’occasione unica di confronto sul tema per le amministrazioni locali. I Comuni, in particolare, hanno una grande responsabilità in questo ambito, spesso senza disporre delle risorse necessarie. Tuttavia, con la Conferenza Nazionale sulla Famiglia, alla quale il Comune di Reggio Emilia ha partecipato con i propri membri nei gruppi di lavoro preparatori, è stato fatto un cambio di passo.

Leggi tutto

La conciliazione fra i tempi di vita ed i tempi di lavoro: il bando della Provincia di Roma

Francesca Bagni Cipriani racconta il suo ruolo di Consigliera di Parità Effettiva e coglie l’opportunità per affrontare il problema della conciliazione fra i tempi di vita ed i tempi di lavoro; nonostante vi sia una norma che disciplina questo aspetto, come l’articolo 9 della legge 53, questa è scarsamente applicata. La Provincia di Roma ha condotto un’indagine ed i dati sono disarmanti: sono stati presentati solo 36 piani di conciliazione e solo 15 di questi hanno ottenuto il finanziamento.Leggi tutto

L’impegno del Governo sulle politiche per la famiglia

Daniele Cabras conclude il convegno sull’articolazione territoriale delle politiche per la famiglia ricollegandosi all’importanza della Conferenza Nazionale indetta dal Ministro Bindi. Questa è un’iniziativa del Governo, costruita insieme a Regioni, Province, Comuni, categorie produttive ed associazioni al fine di mobilitare istituzioni e società sul tema della famiglia.Leggi tutto

Le politiche per una sanità come fattore di sviluppo.

Filippo Palumbo, partendo dal concetto della sanità come volano per lo sviluppo di un paese, si sofferma sulla presenza di questo principio all’interno del Capitolo II del Piano Sanitario Nazionale indicandolo come un elemento di grande e forte novità. La sanità viene analizzata sotto vari punti vista: gli investimenti e il peso della sanità nazionale sul PIL, l’importanza di una forte rete sociosanitaria come spinta per uno sviluppo economico e occupazionale, il rapporto con l’innovazione e gli investimenti nelle tecnologie sanitarie.Leggi tutto

Presentazione del progetto "Family in Trentino"

Luciano Malfer presenta sinteticamente i contenuti del progetto Family in Trentino, evidenziando la sua coerenza con il percorso che la Provincia di Trento ha intrapreso sul tema delle politiche familiari. L’iniziativa si è caratterizzata per un approccio non assistenziale ma di promozione del benessere delle famiglie, per l’attenzione particolare alla formazione di nuovi nuclei familiari ed ai figli e per la trasversalità delle competenze coinvolte all’interno del governo provinciale.Leggi tutto