Presentazione TechFOr 2012

Dal 16 al 19 maggio 2012 si svolgerà a Roma la 5^ edizione di TechFOr, Salone internazionale delle Tecnologie per la sicurezza.

La manifestazione si conferma come un momento privilegiato di confronto tra professionisti pubblici e privati in tema di innovazione per la sicurezza del Paese, per la sicurezza dei cittadini e per la salvaguardia del territorio. L’obiettivo finale è quello di favorire lo sviluppo di un percorso pervasivo di innovazione con impatto immediato sui modelli culturali, i processi organizzativi, gli strumenti operativi e i mezzi tecnologici utili a sviluppare un’unica strategia di presenza e intervento.

TechFOr 2012 sarà pertanto un luogo prezioso in cui le amministrazioni pubbliche e le forze dell’ordine potranno ragionare su nuovi modelli di approccio strategico, le aziende italiane far valere il proprio primato tecnologico e i cittadini partecipare attivamente ad un dibattito che prima di tutto è culturale.

Non dimentichiamo, infine, che l’Italia vanta in questo settore un tessuto produttivo di primissimo livello, fatto non solo di grandi aziende ma anche delle tante piccole e medie imprese che costituiscono un mercato di nicchia ad alto contenuto innovativo e tecnologico.

TechFOr costituisce, in questo ambito, un’opportunità preziosa di rilancio del mercato offrendo sia ai i grandi player (come Finmeccanica, Rohde & Schwarz, Land Rover, Nec, Mirafan, Motorola, Intermarine, etc. che nelle passate edizioni hanno partecipato in grande stile) che alle realtà ancora poco note ma certamente altrettanto eccellenti la possibilità di confrontarsi con i vertici politici del territorio nazionale e con le tante delegazioni estere presenti nei giorni della manifestazione.

LO SCENARIO IN CUI SI INSERISCE TECHFOR

La sicurezza del Paese (nei suoi confini e nelle sue infrastrutture critiche, con particolare attenzione per quelle digitali), la sicurezza dei cittadini (contrasto alla criminalità, ma anche promozione della legalità e delle convivenze sociali) e la salvaguardia del territorio (tutela dell’ambiente, del costruito e delle risorse naturali) sono obiettivi politici imprescindibili per qualsiasi governo e sono alla base di quella “sicurezza dello sviluppo” che è fattore abilitante per la crescita economica e sociale di una nazione.

La premessa ineludibile per raggiungere un simile risultato risiede nella capacità di dare vita ad un’ampia azione di sistema in grado di coinvolgere sia le istituzioni che la collettività nello sviluppo di politiche per la sicurezza partecipate e di ampio respiro che sappiano andare al di là della mera emergenza quotidiana.

Un altro passo ugualmente fondamentale è credere fermamente nel ruolo dell’innovazione, inteso come principale fattore abilitante per raggiungere l’eccellenza persino in un clima di acclarato ridimensionamento delle risorse disponibili quale quello che la crisi economica globale ci impone.

Prioritariamente, questo duplice approccio dovrà trovare sbocco in due diverse direzioni:

  • L’EVOLUZIONE DELLA DOMANDA NELLE POLITICHE PER LA SICUREZZA -  In un mondo che si sposta sempre più velocemente verso un’economia della conoscenza, i Paesi realmente competitivi in materia di sicurezza saranno quelli in grado di mantenere, da un lato, politiche orientate ai concetti di SECURITY (proteggere persone, beni e dati e tecnologie da attacchi intenzionali di tipo criminale) e SAFETY (garantire l’incolumità delle persone da eventi catastrofici causati da errori, omissioni, coincidenze di qualsiasi natura …), e, dall’altro affiancare sempre più numerose azioni parallele finalizzate ad attivare il grado di RESILIENCE di una specifica realtà, intesa come capacità di adattarsi e rispondere rapidamente agli eventi disastrosi limitandone le conseguenze e ripristinando in tempi rapidi la situazione iniziale attraverso la mobilitazione di risorse relazionali. In sostanza, non basta più solo proteggere, azione certamente necessaria, ma anche garantire la continuità del servizio. Sarà l’abilità di calibrare al meglio i due diversi piani di azione a garantire un basso valore di vulnerabilità di un territorio, di un gruppo di persone, di una comunità e a rendere questi ultimi più competititvi.
  • LE POLITICHE DELL’OFFERTA: RICERCA E INNOVAZIONE. Un’efficace programmazione delle attività di ricerca capace di individuare risultati concreti e collocabili sul mercato in tempi ragionevolmente rapidi contribuirà sensibilmente a potenziare la competitività della produzione industriale in materia di sicurezza, da sempre campo di eccellenza per il nostro Paese, contenendo sprechi e recuperando sacche di efficienza. Imprese, enti di ricerca, università e istituzioni di governo sono pertanto chiamate allo stesso livello per rispondere con maggiore coordinamento e contenuto tecnologico nell’attività industriale.

LA CABINA DI REGIA DELLA MANIFESTAZIONE

Per l’organizzazione della sua 5ª edizione, TechFOr si avvale della regia di un tavolo permanente di lavoro presso il Dipartimento Digitalizzazione e Innovazione tecnologica, presieduto dallo stesso Capo Dipartimento, che vede la partecipazione dei vertici apicali di Arma dei Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Polizia Penitenziaria, Vigili del Fuoco, Corpo Forestale dello Stato, DigitPA, CNR oltre ovviamente al Presidente di FORUM PA, Carlo Mochi Sismondi.

Il Tavolo opererà in ambito strategico al fine di fornire indicazioni, pareri e criteri generali su cui orientare le attività del salone, strutturandone i momenti di incontro, approfondimento e ricerca al fine di dare vita ad un vero e proprio network di esperti che possa trovare in TechFOr un momento di aggregazione costruttiva.

La manifestazione inoltre può contare sul prezioso contributo scientifico di associazioni quali ad es. AFCEA (Armed Forces for Communication and Electronic Associaton.), AIPSA (Associazione italiana professionisti security aziendale), ANIE Sicurezza (Federazione Nazionale Imprese Elettrotecniche ed Elettroniche).

I TEMI AL CENTRO DI TECHFOR 2012:

Seguendo i tre assi su cui si dipanano le politiche di sicurezza e senza la pretesa di essere esaustivi in questa sede, a TechFOr 2012 gli argomenti al centro del dibattito verteranno principalmente su:

Sicurezza del Paese

  • Controllo dei confini
  • Controllo delle infrastrutture critiche
  • Cyber sicurezza (difesa delle infrastrutture digitali a carattere nazionale e/o locale)

Sicurezza dei cittadini

  • Prevenzione del crimine
  • Controllo delle aree urbane
  • Promozione della legalità e delle convivenze sociali
  • Sicurezza alimentare (integrità della filiera e alterazione dei cibi; trasporto e logistica degli alimenti)

Salvaguardia del territorio

  • Controllo dell’ambiente
  • Sicurezza nel costruito (contro rischi naturali, eventi terroristici, per corretta manutenzione e programmazione degli interventi di consolidamento)
  • Sicurezza stradale

Se questi sono gli argomenti, le aree tecnologiche che intersecano a vari livelli i vari temi su esposti e che, nei giorni della manifestazione, svolgeranno un ruolo da protagonista sono principalmente:

  • Sorveglianza e sistemi deterrenti
  • Comunicazioni
  • Detection e sistemi di identificazione
  • Tecnologie per gestione del rischio e per la protezione di persone, Asset e infrastrutture
  • Information Processing and Mangement
  • CBRNE

TECHFOR 2012: EXPO, CONVEGNI, FORMAZIONE

TechFOr è prima di tutto un grande network di innovatori, un luogo di apertura, partecipazione, messa in rete e condivisione della conoscenza.
Dal punto di vista organizzativo, TechFOr 2010 è articolato in quattro aree:

  • Appuntamenti congressuali: con l’obiettivo di coinvolgere il più possibile la comunità di operatori pubblici e privati che ogni anno si ritrova in mostra per confrontarsi, informarsi, approfondire il grande tema dell’innovazione al servizio della sicurezza a tutto tondo.
  • I workshop: Un’iniziativa di comunicazione finalizzata a valorizzare incontri tecnici di 50 minuti che gli espositori organizzano per presentare prodotti e soluzioni specifiche, favorendo l’affluenza di un pubblico qualificato. TechFOr provvederà ad inserire nel programma editoriale della manifestazione i contenuti ed il calendario degli incontri.
  • La sezione espositiva: ovvero la vetrina delle tecnologie e delle soluzioni sviluppate dal mercato in questo ambito e dei migliori risultati conseguiti dalle Istituzioni che hanno in carico la tutela del diritto alla Sicurezza.
  • Sito web dedicato: lo strumento ideale per dare continuità nel corso dell’anno al confronto tra operatori, garantire un’adeguata visibilità agli investitori e ai partner e sintetizzare i contenuti più preziosi che di anno in anno la manifestazione produce.

IL PREMIO “SICUREZZA E INNOVAZIONE” – 3ª EDIZIONE

L’attenta azione di scouting e valorizzazione delle buone pratiche emerse dal network di operatori che partecipa nel corso dell’anno alle attività di TechFOr, verrà suggellata da un’attività premiale specifica che intende valorizzare chi si è distinto per aver impresso un cambiamento di approccio strategico e progettuale nella promozione della legalità, la prevenzione del crimine e la gestione del rischio inserendo l’adozione delle più moderne tecnologie che la scienza e la ricerca ci mettono a disposizione in un costante e capillare lavoro di programmazione degli interventi. Lo scopo è creare un’occasione che non sia semplice vetrina delle diverse iniziative territoriali ma momento di individuazione, di selezione e di comunicazione dei migliori progetti realizzati dalle Amministrazioni Pubbliche in partnership con attori privati, in grado di “fare scuola” per gli obiettivi, i metodi e i risultati raggiunti.

I contributi presentati passeranno una selezione di congruità e saranno valutati da un panel di esperti. I criteri di valutazione prenderanno in considerazione sia le caratteristiche del progetto, sia la qualità del paper in termini di esaustività e di efficacia comunicativa. 

Saranno quindi selezionati 5 contributi che saranno presentati (con relazioni di 5 minuti) nel convegno dal titolo provvisorio «Innovazione e Sicurezza» nell'ambito di TechFOr 2012 e riceveranno un'attestazione di merito che troverà adeguato spazio anche sui siti TechFOr e FORUM PA, tramite cui verranno diffusi tutti i contributi ritenuti meritevoli dalla Commissione valutatrice.

IL RAPPORTO CON FORUM PA

Pur preservando una forte identità specialististica, TechFOr si inserisce all’interno di un evento di grande richiamo nazionale, ovvero FORUM PA, la più prestigiosa mostra/convegno nazionale dell’Innovazione nella PA e nei Sistemi territoriali, giunta ormai alla sua 23ª edizione. 

La scelta strategica di inserire TechFOr all’interno di FORUM PA ha l’indubbio vantaggio di garantire l’attenzione da parte di:

  • oltre 37.000 visitatori qualificati (provenienti dalle amministrazioni pubbliche sia centrali che locali, dalle aziende di ICT e servizi avanzati) che ogni anno visitano la manifestazione;
  • della stampa nazionale e delle emittenti radio televisive che partecipano numerose;
  • dei vertici politici e istituzionali che negli stessi giorni sono coinvolti in alcuni eventi a FORUMPA.

 


Per partecipare a TechFOR 2012

Consulta il catalogo espositori della scorsa edizione

Tutto sulle passate edizioni